Come comunica il Lupo ed il Cane Lupo Cecoslovacco 1 Parte bis

1 Parte Bis

Come comunica il Lupo

&

Il Cane Lupo Cecoslovacco

Nello specifico troverai la descrizione di:

  • Fuga
  • Segnali Olfattivi

Nella 1 Parte è stata descritta: La Sottomissione Attiva e La Sottomissione Passiva

Per comprendere quello che un cane o un lupo vuole o prova, bisogna osservarne:

  1. il corpo,
  2. la coda,
  3. la testa

Come gli equidi e i primati, i canidi hanno muscoli facciali che permettono loro di farsi capire attraverso l’espressione del viso.

Senza dubbio i lupi non hanno un sistema completo come il nostro, basato sulla parola, ma, più ancora degli altri animali, possiedono un codice sofisticato di posture, di vocalizzi e odori che usati in combinazione permettono di trasmettere ai conspecifici informazioni molto dettagliate necessarie alla sopravvivenza”.

Pierre Jouventin, scienziato, etologo, ecologo.

 

eso e denik

“Nello sguardo

di una bestia muta

sono parole

che l’anima del saggio

                                                      comprende”

FUGA:

La reazione di fuga, specialmente nei cuccioli, è messa in atto verso i soggetti estranei o in seguito all’emissione da parte della madre di una sorta di suono sbuffante.

Le osservazioni di Erik Zimen, che ha dedicato la sua vita di etologo allo studio della specie e degli ibridi cane-lupo, sottolineano che questo comportamento è innato.

L’imparare con l’esperienza che questo verso significa “pericolo”, per un cucciolo, rappresenterebbe la sua ultima lezione di vita.

 

cuccioli 63  giornikenia e cuccioli 50 giorni

Cde Kenia e cuccioli di 60 giorni

“Questo atteggiamento di fuga è molto evidente nei cuccioli nati nel mio centro, infatti quando sono liberi nel perimetro di 9 mila metri quadrati appena uno dei componenti del “branco” composto attualmente da 11 esemplari emette il tipico sbuffo, subito i cuccioli allertati si ritirano con una lesta corsa verso la loro tana. 

In genere ho notato che è sempre la femmina ad avvisare per prima di un emminente pericolo”.

 “Descrizione del video: in questo video, puoi vedere che ad un cenno di allerta della Sofì che è chiusa nel suo box, Kenia la mamma dei cuccioli che hanno 60 giorni, corre verso il pericolo per sincerarsi cosa succede, mentre Maya e Manlio maschio e femmina di 15 mesi restano a custodia dei piccoli, che prestano attenzione ad ogni movimento degli adulti. Kenia ritorna, ma sta al di sopra del branco, per convincersi, che tutto è ritornato alla normalità, e puoi notare come Manlio e Maya prestino la massima attenzione ad ogni suo cenno, senza lasciare neanche per un attimo i cuccioli da soli”.

Segnali olfattivi:

Il lupo possiede un olfatto straordinariamente sviluppato che gli consente di vivere in un mondo a noi sconosciuto, letteralmente costituito di immagini olfattive.

Nel cane l’area olfattiva cerebrale si è notevolmente ridotta per via dell’addomesticamento. Esperimenti compiuti sui lupi e i cani da caccia, sembrano avvallare questa tesi, fermo restando che nelle razze selezionate per la traccia o la caccia, l’olfatto è in ogni caso molto sviluppato.

I membri di un branco generalmente si riconoscono visivamente, ma  nel caso non potessero vedersi, conoscendo molto bene l’odore di ciascuno, non farebbero fatica a ricongiungersi.

riconoscimento visivo

 

 

 

 

Cde Denik ed Cde Eso

“Questi sono due esemplari adulti due maschi di 6 anni che si sono riconosciuti al momento dell’uscita nel parco adiacente alla casa.

Se non si fossero riconosciuti si sarebbero di sicuro attaccati.

Nota l’espressione di Denik di colore grigio argento che punta in maniera decisa e “Regale” Eso di colore grigio lupo che a sua volta tira indietro un po’ le orecchie segnale calmante che evidenzia la sua sottomissione a Denik.

Infatti nella scala gerarchica del mio branco Denik è un Alfa ed Eso un Gregario”.

 

Solo dopo una separazione i lupi si sottopongono ad una accurata ispezione olfattiva. Un giovane straniero è ispezionato molto attentamente, il che consente di stabilirne il sesso e l’età. Nel caso in cui venga individuato attraverso l’olfatto uno straniero adulto, questo viene attaccato immediatamente.

Molta importanza viene inoltre data, a livello olfattivo, al significato assunto dal collocamento delle feci ed urine. Spesso vengono deposte in luoghi evidenti, come un cespuglio, una roccia o un tronco, ed hanno lo scopo di marcare il territorio. Per questa ragione vengono sempre ispezionate molto accuratamente dai lupi di passaggio.

Un modo curioso di urinare è quello definito “a spruzzo” che viene utilizzato solo dai lupi di rango più alto, ovvero dal maschio e dalla femmina Alfa. Solitamente questo gesto è accompagnato dal raspare il terreno con i quattro arti. Questo ha il significato di unire al messaggio olfattivo uno di tipo visivo.

20130828111115(1)20130828111115(2)

 

 

 

 

Cde Evaristo & Cde Kenia coppia Alfa

“Come puoi notare anche questa caratteristica è stata mantenuta inalterata nel Cane Lupo Cecoslovacco che se appartenente al rango più alto sia maschio che femmina urinano a spruzzo”.

 

lothar scalcia il terreno

 

 

 

 

 

 

Cde Lothar

“Ecco Lothar che raspa il terreno per marcare il territorio dopo avere urinato anche lui è un maschio Alfa”.

“Incredibile ho visto anche dei cuccioli di 3 mesi imitare il branco in questo atteggiamento ed erano i più sicuri di sè anche in presenza di lupi adulti.”

 

Dave Mech, che negli anni settanta ha studiato numerosi branchi di lupi del Minnesota i quali vivono in territori contigui, ha notato che lungo i confini dei territori di ogni branco le orinazioni a spruzzo sono molto frequenti.

I lupi marcano circa quattro posizioni per chilometro e questi segnali, che durano circa un mese, vengono rinnovati puntualmente allo scadere della loro funzione. Questo serve per indicare la presenza di altri lupi ed evita lo scontro diretto, che avviene nei confronti di sconosciuti che si avvicinano al branco.

L’olfatto ha per il lupo un’importanza straordinaria, ne garantisce addirittura la sopravvivenza. L’olfatto serve, ad esempio, per l’individuazione delle femmine in calore allo scopo di accoppiarsi con esse.

Altri comportamenti riconducibili all’atteggiamento olfattivo sono il rotolarsi sulle carogne di animali morti o su altro materiale organico. Qualunque oggetto estraneo sul territorio viene annusato dal lupo, che poi finisce per strofinarsi sopra di esso. Non è comunque ancora chiaro se questo comportamento serva per indicare possibili fonti di cibo, per camuffarsi con un odore estraneo o, semplicemente, sia fine a se stesso.

eso si rotola sul terreno

 

 

 

 

 

 

Cde Eso

“Un altro atteggiamento rimasto inalterato nel tempo il rotolarsi su odori particolari, escrementi o residui di animali morti.

Eso si sta rotolando su un punto preciso del terreno che ha trovato molto interessante“.

 

 “L’amicizia del cane è senza dubbio

più calorosa e più costante

di quella dell’uomo”

                                         Citazione di Montaigne

Se pensi che questo articolo possa essere utile condividilo.

Grazie

Un Meraviglioso Saluto Lupesco

Daniela

L'autore: Daniela Ciotti

Una donna,  che ha fatto della sua passione per gli animali, la missione di una vita. Creatrice e Fondatrice del Centro Allevamento Cosmo Daniel Elite Riconosciuto Enci -Fci dal 1993 per lo Studio e Formazione sul Cane Lupo Cecoslovacco. Autrice e Scrittrice del Best Seller "Il Cane Lupo Cecoslovacco".

2 COMMENTI

  1. Il tuo libro mi ha aiutato molto nel gestire la mia lupa Tala grazie Daniela

    • Ciao Angelo, sono molto felice che il mio libro ti sia stato utile. Grazie a te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2014 - ilcaneluposlovacco.it | Privacy e Termini di utilizzo | Design by Andrea Leti