Come comunica le emozioni il Cane Lupo Cecoslovacco

Come comunica le emozioni il Cane Lupo Cecoslovacco

Come gli equidi e i primati, i canidi hanno muscoli facciali che permettono loro di farsi capire attraverso l’espressione del viso. Senza dubbio i lupi non hanno un sistema completo come il nostro, basato sulla parola, ma più ancora degli altri animali, possiedono un codice sofisticato di posture, di vocalizzi e odori che usati in combinazione permettono di trasmettere ai conspecifici informazioni molto dettagliate necessarie alla sopravvivenza”.
(Pierre Jouventin, scienziato, etologo, ecologo).

Nel precedente articolo sulla comunicazione è stata descritta: La Sottomissione Attiva e La Sottomissione Passiva
In questo nuovo articolo leggerai nello specifico: La Fuga e I Segnali Olfattivi

Per comprendere quello che un cane o un lupo vuole o prova, bisogna osservare:
il corpo, la coda, il muso.

“Nello sguardo
di una bestia muta
sono parole
che l’anima del saggio
comprende”

LA FUGA
La reazione di fuga, specialmente nei cuccioli, è messa in atto verso i soggetti estranei o in seguito all’emissione da parte della madre di una sorta di suono sbuffante “Wuff”.

Le osservazioni di Erik Zimen, che ha dedicato la sua vita di etologo allo studio della specie e degli ibridi cane-lupo, sottolineano che questo comportamento è innato.

L’imparare con l’esperienza che questo verso significa “Pericolo”, per un cucciolo, rappresenterebbe la sua ultima lezione di vita.

“Ho potuto osservare negli anni, che questo atteggiamento di fuga è molto evidente nei cuccioli nati nel mio Centro Studio Cosmo Daniel Elite a Saludecio di Rimini, infatti quando sono liberi nel perimetro di 9 mila metri quadrati appena uno dei componenti del “Branco” composto da numerosi esemplari, emette il tipico sbuffo “Wuff”, subito tutti i cuccioli allertati si ritirano con una lesta corsa verso la loro tana.

In genere ho notato che è sempre la femmina ad avvisare per prima di un imminente pericolo”.

 

Puoi osservare che a un cenno di allerta di Cosmo Daniel Elite Sofì che è ancora alloggiata all’interno del suo box, Cosmo Daniel Elite Kenia mamma dei cuccioli di 60 giorni di età.
Corre verso il pericolo per sincerarsi cosa succede, mentre Cosmo Daniel Elite Maya e Cosmo Daniel Elite Manlio maschio e femmina di 15 mesi di età, restano a custodia dei piccoli, che prestano attenzione ad ogni movimento degli adulti. Kenia ritorna, ma sta nell’altopiano del parco, per convincersi, che tutto è ritornato alla normalità.
Puoi notare come Manlio e Maya prestino la massima attenzione ad ogni suo cenno, senza lasciare neanche per un attimo i cuccioli da soli”.

SEGNALI OLFATTIVI
Il Lupo in natura, possiede un olfatto straordinariamente sviluppato che gli consente di vivere in un mondo a noi sconosciuto, letteralmente costituito di immagini olfattive.

Nel cane l’area olfattiva cerebrale si è notevolmente ridotta per via dell’addomesticamento. Esperimenti compiuti sui Lupi e i cani da caccia, sembrano avvallare questa tesi, fermo restando che nelle razze selezionate per la traccia o la caccia, l’olfatto è in ogni caso molto sviluppato.

I membri di un Branco generalmente si riconoscono visivamente, ma nel caso non potessero vedersi, conoscendo molto bene l’odore di ciascuno, non farebbero fatica a ricongiungersi.

“Questi sono due esemplari adulti di sesso maschile di 6 anni, che si sono riconosciuti al momento dell’uscita nel parco adiacente alla casa. Se non si fossero riconosciuti si sarebbero di sicuro attaccati.

Nota l’espressione di Cosmo Daniel Elite Denik di colore grigio argento che punta in maniera decisa e “Regale” e Cosmo Daniel Elite Eso di colore grigio lupo che a sua volta tira indietro un pò le orecchie come segnale calmante che evidenzia la sua sottomissione a Denik.

Denik appartiene al ruolo sociale di guardiano con una forte presenza, mentre Eso anch’esso con un ruolo sociale di guardiano ma ad un livello energetico più basso che gli permette di sottomettersi all’imponenza di Denik”.

Dopo una separazione i Lupi in natura, si sottopongono ad una accurata ispezione olfattiva. Un giovane straniero è ispezionato molto attentamente, il che consente di stabilirne il sesso e l’età. Nel caso in cui venga individuato attraverso l’olfatto uno straniero adulto, questo viene attaccato immediatamente.

Molta importanza viene inoltre data, a livello olfattivo, al significato assunto dal collocamento delle feci ed urine. Spesso vengono deposte in luoghi evidenti, come un cespuglio, una roccia o un tronco, e hanno lo scopo di marcare il territorio. Per questa ragione vengono sempre ispezionate molto accuratamente dai Lupi di passaggio.

Un modo curioso di urinare è quello definito “a spruzzo” che viene utilizzato solo dai Lupi di rango più alto, ovvero dal maschio e dalla femmina appartenente al ruolo sociale di Capo Branco. Solitamente questo gesto è accompagnato dal raspare il terreno con i quattro arti. Questo ha il significato di unire al messaggio olfattivo uno di tipo visivo.

Come puoi notare anche questa caratteristica è stata mantenuta inalterata nel Cane Lupo Cecoslovacco che se appartenente al ruolo sociale alto sia maschio che femmina urinano a spruzzo a gamba elevata.

Puoi vedere Cosmo Daniel Elite Lothar appartenente al ruolo sociale di Capo Branco raspare con gli arti posteriori per marcare il terreno segno di grande sicurezza oltre a lasciare più volte il suo odore sulle foglie della pianta di olivo.

Anche Cosmo Daniel Elite Evaristo e Cosmo Daniel Elite Kenia marcano il territorio urinando a gamba alzata in modo che sia facilmente distinguibile e arrivi direttamente all’olfatto di chi si trova a passare in quel preciso luogo. Anche loro appartengono al ruolo sociale alto di Capo Branco.

In casi eccezionali ho potuto osservare anche dei cuccioli di 3 mesi imitare il Branco in questo atteggiamento ed erano i soggetti più sicuri e determinati in presenza degli adulti.

Curiosità-Studio: Dave Mech, che negli anni settanta ha studiato numerosi branchi di lupi del Minnesota i quali vivono in territori contigui, ha notato che lungo i confini dei territori di ogni Branco le orinazioni a spruzzo sono molto frequenti.

I Lupi marcano circa quattro posizioni per chilometro e questi segnali, che durano circa un mese, vengono rinnovati puntualmente allo scadere della loro funzione.

Questo serve per indicare la presenza di altri Lupi ed evita lo scontro diretto, che avviene nei confronti di sconosciuti che si avvicinano al Branco.

L’olfatto ha per il Lupo un’importanza straordinaria, ne garantisce addirittura la sopravvivenza. L’olfatto serve, ad esempio, per l’individuazione delle femmine in calore allo scopo di accoppiarsi con esse.

Altri comportamenti riconducibili all’atteggiamento olfattivo sono il rotolarsi sulle carogne di animali morti o su altro materiale organico.

Qualunque oggetto estraneo sul territorio viene annusato dal Lupo, che poi finisce per strofinarsi sopra di esso.

Non è comunque ancora chiaro se questo comportamento serva per indicare possibili fonti di cibo, per camuffarsi con un odore estraneo o, semplicemente, sia fine a se stesso.


“Un altro atteggiamento rimasto inalterato nel tempo anche nel Cane Lupo Cecoslovacco, il rotolarsi su odori particolari, escrementi o residui di animali morti.

Un guerriero della luce non ha “certezze”
ma un cammino da seguire,
al quale cerca di adattarsi in base al tempo.
(Paulo Coelho)

Se ritieni che questo articolo possa essere utile a qualcuno metti mi piace e condividi.
Lascia un commento qui sotto.
Grazie!

Ps: Scopri di più nei libri che ho pubblicato. Leggi un estratto.
https://www.ilcanelupocecoslovacco.it/shop-materiale-didattico/

Partecipa a uno dei corsi organizzati dal Centro Studio Cosmo Daniel Elite scegli quello più adatto a te.
https://www.ilcanelupocecoslovacco.it/corsi-di-formazione/

Comunicazione del Cane Lupo Cecoslovacco (parte 1)

Comunicazione del Cane Lupo Cecoslovacco (parte 1)

Il Lupo è l’antenato più stretto del nostro meraviglioso Cane Lupo Cecoslovacco da cui proviene per questo motivo è fondamentale studiare ed osservare come comunica il Lupo in natura per riuscire a comprendere Il codice del cane lupo cecoslovacco 

 

Il Lupo è l’antenato più stretto del nostro meraviglioso Cane Lupo Cecoslovacco da cui proviene, infatti, come saprai questi esemplari sono stati creati dall’accoppiamento tra il Cane da Pastore Tedesco e il Lupo dei Carpazi. Per questo motivo è fondamentale studiare ed osservare come comunica il Lupo in natura per riuscire a comprendere e amare il Cane Lupo Cecoslovacco, attraverso una nuova consapevolezza che ci sarà di aiuto per conoscere il suo lato istintivo che ha mantenuto inalterato fino ad oggi.


“La capacità di comunicare sensazioni
e di affezionarsi
è l’eredità più importante
trasmessa dal Lupo al Cane”.


La Comunicazione del Lupo in natura
Il Lupo comunica attraverso una serie di comportamenti convenzionali che nell’insieme danno vita ad un codice. Studi effettuati nel corso degli anni hanno portato a definire una sorta di glossario che descrive questi gesti e attribuisce ad essi un significato. Il risultato di questo lavoro di decifrazione è parzialmente riportato di seguito.
Questi codici sono rimasti intatti e molto evidenti nel Cane Lupo Cecoslovacco. Andiamo a conoscerli uno per uno.

Sottomissione passiva:
Si tratta di una sottomissione totale che avviene con l’esibizione della pancia e l’esposizione di questo organo vitale ad eventuali attacchi. Generalmente, quando il Lupo assume questa postura resta quasi immobile lasciando che le sue parti ano-genitali siano annusate. Così facendo, l’animale palesa la propria intenzione di inibire le reazioni aggressive già iniziate o imminenti.
Come si può notare: la sottomissione passiva è una forma di rispetto e viene esibita sia tra gli esemplari della stessa specie che tra specie diverse in questo caso l’uomo. E’ un segnale molto positivo da parte del nostro amico a quattro zampe perché denota equilibrio e un profondo rispetto nei nostri confronti.
La sottomissione passiva non deve mai essere indotta, ma bisogna fare in modo che venga esibita nella maniera più naturale possibile dal nostro amato cane. Il rispetto reciproco deve sempre essere alla base per una comunicazione efficace e corretta, questo renderà la convivenza di entrambi felice e piena di soddisfazioni.

Cosmo Daniel Elite Senesio con i suoi cuccioli di due mesi di età, puoi notare come insegni a rispettare il suo ruolo sociale appartenente a Capo Branco oltre che genitore. Questo è un’educazione che viene impartita da tutto il “Branco” in momenti diversi per evitare che diventino fonti di stress per i cuccioli. Educazione fondamentale per il corretto sviluppo psicologico del cucciolo in età adulta che oltre a dosare la sua irruenza all’inesplorato, legata alla giovane età lo aiuterà a comunicare in modo corretto con il suo futuro “Branco-Famiglia” di cui entrerà a fare parte e a tutti i cani incontrati da quel momento in poi.
Ogni comunicazione come puoi notare è sempre tenuta sotto un mio attento e vigile controllo.

Sottomissione attiva
E’ un complesso di gesti giocosi e posture che sono facilmente individuabili in un cane al momento del rientro a casa del proprietario. Solitamente l’animale corre verso il padrone con le orecchie e la testa abbassate, uggiolando con il corpo che tocca quasi terra. La bocca resta semiaperta mentre scodinzolando salta verso il viso che cerca di leccare.
I Lupi (in natura) adulti, esibiscono questo tipo di sottomissione verso i Lupi appartenenti a un ruolo sociale superiore e ai Capo Branco, mentre i Lupi giovani la esibiscono verso i Lupi più anziani, evidenziando il proprio atteggiamento non belligerante.
Questo rituale ha la funzione principale di garantire il mantenimento di un livello di tensione aggressiva molto basso, ribadendo sempre e comunque la posizione sociale nel gruppo.
Gli atteggiamenti di sottomissione attiva e passiva sono molto importanti nel nascente rapporto uomo-lupo.
Nei cuccioli è tipica la sottomissione spontanea verso i Lupi adulti.
Nelle prime settimane dopo lo svezzamento questa infatti è rivolta indifferentemente a tutti i membri del branco, mentre a partire dal quarto mese di vita i cuccioli imparano a distinguere il maschio Capo Branco, colui che prende le decisioni, verso il quale gli atteggiamenti di sottomissione sono più frequenti rispetto, per esempio, al Lupo con ruolo sociale più basso, verso il quale tali atteggiamenti sono più rari.

Cosmo Daniel Elite Lothar & Cosmo Daniel Elite Sofì
In questa foto è molto evidente la sottomissione della giovane Cosmo Daniel Elite Sofì che attraverso un segnale calmante: postura bassa di lato, orecchie abbassate all’indietro, coda scodinzolante in segno di saluto, atteggiamenti espliciti per chiedere da parte della femmina il permesso della sua presenza a un “Lupo” adulto Cosmo Daniel Elite Lothar che appartiene al ruolo sociale di Capo Branco. Puoi osservare la postura eretta rivolta in avanti, orecchie diritte, sguardo fermo e fisso sul muso di Sofì, ma la bocca è socchiusa che denota un buon segnale: “ti accetto”.

Il ruolo sociale di leader all’interno del Branco è rappresentato sia dal maschio che dalla sua femmina, ai quali gli altri esemplari dimostreranno di riconoscere tale posizione sociale e quindi di mantenere un atteggiamento volto al rispetto.
Cosmo Daniel Elite Dorotea & Cosmo Daniel Elite Sofì
In questa foto invece puoi osservare Cosmo Daniel Elite Dorotea una femmina adulta di 14 anni, appartenente al ruolo di equilibratore, intenta a chiedere il rispetto, con una postura eretta, autoritaria e regale, con bocca serrata senza possibilità di fraintendimenti da parte della giovane Cosmo Daniel Elite Sofì.

Maggiori informazioni dettagliate sui ruoli sociali e la comunicazione si possono trovare nella lettura dei libri che ho scritto:
“Il Cane Lupo Cecoslovacco – Storia di una meravigliosa simbiosi con il Lupo da comprendere e amare”
https://www.ilcanelupocecoslovacco.it/prodotto/il-cane-lupo-cecoslovacco-storia-di-una-meravigliosa-simbiosi-con-il-lupo-da-comprendere-e-amare-2/

“La Magia del Cane Lupo Cecoslovacco – Alla scoperta straordinaria relazione sociale appresa dal suo antenato il lupo”
https://www.ilcanelupocecoslovacco.it/prodotto/la-magia-del-cane-lupo-cecoslovacco-alla-scoperta-della-meravigliosa-relazione-sociale-appresa-dal-suo-antenato-il-lupo/

Dopo tutto anche gli animali hanno delle regole sociali
di aiuto reciproco e condivisione,
dei meccanismi di regolazione dei confini,
un senso di giustizia ed equità.”
(Frans de Waal
)

 

Se ritieni che questo articolo possa essere utile a qualcuno metti mi piace e condividi.
Lascia un commento qui sotto.
Grazie!

Ps: Scopri di più nei libri che ho pubblicato. Leggi un estratto.
https://www.ilcanelupocecoslovacco.it/shop-materiale-didattico/

Partecipa a uno dei corsi organizzati dal Centro Studio Cosmo Daniel Elite scegli quello più adatto a te.
https://www.ilcanelupocecoslovacco.it/corsi-di-formazione/

Come gestire la nascita dei cuccioli di Cane Lupo Cecoslovacco

Come gestire la nascita dei cuccioli di Cane Lupo Cecoslovacco

Gestazione, parto come seguirlo e prepararsi, la temperatura, l’ambiente giusto per fare nascere i cuccioli, alimentazione, cura, imprinting. Ho potuto osservare, con precisione che i cuccioli succhiano il latte della loro mamma a orari ben precisi, non un minuto di più né uno di meno. Appena nascono cercano subito il latte

 


LA NASCITA

Quando si avvicina l’ora del parto la temperatura corporea ottimale scende a 36° ma se dovesse salire oltre la norma che è di 38,5° (trascorsa circa un’ora) senza iniziare con le contrazioni e successivamente iniziare il parto è auspicabile chiamare il proprio veterinario di fiducia. Perché c’è la possibilità che qualcosa stia andando storto e si debba intervenire con un taglio cesareo per salvare mamma e piccoli.

Questi episodi sono capitati molto spesso quando avevo il Cane Pastore Maremmano Abruzzese. Normalmente le femmine di questa specie canina, hanno cucciolate che si aggirano dai 14 ai 16 cuccioli. Con prole così numerose Il taglio cesareo era spesso la normalità. Pochissime volte è andato tutto bene e anche alcuni dei cuccioli spesso 3-4 difficilmente superavano i 4 giorni di età anche se alimentati secondo i canoni o con l’ausilio del biberon.

Il Cane Lupo Cecoslovacco avendo come nascita un massimo di 10 cuccioli, molto raramente presenta questioni legate al parto. In tanti anni l’unico taglio cesareo è stato fatto un unica volta ad Ajsha.
Nel momento “topico” le femmine mi cercano ululando andando su e giù per il recinto eccitate.
Questo è un momento molto delicato per loro che le induce a cercare la mia compagnia che è sempre molto discreta. Esigono coccole e attenzioni che da parte mia e della mia famiglia vengono elargite in abbondanza.

Solitamente rimango con loro per tutta la durata del parto senza intervenire in alcun modo, ma limitandomi ad osservare che proceda tutto nel migliore dei modi.

Mi permettono di aiutarle in caso di cucciolate numerose, ecco che allora la mia mansione si limita a: aiutarle ad espellere il feto ancora avvolto dal sacchetto amniotico legato alla placenta (che viene ingerita dalla madre) attraverso il cordone ombelicale, (attenzione per fare questo è necessario una buona dose di esperienza per non creare danni al nascituro) alla pulizia dei cuccioli ed eventualmente al loro spostamento per permettere un maggior movimento alla “Lupa” che si appresta alla nascita di un altro cucciolo.

I cuccioli generalmente hanno un peso di 500 grammi, ricoperti di una folta pelliccia che copre tutto il loro corpo, sono sordi e cechi, si muovono strisciando e si indirizzano verso le mammelle rigonfie di latte, sollecitati dalla madre e aiutati dal loro olfatto che è già attivo.

 

Osserva come Cosmo Daniel Elite Queena mamma dei piccoli che nel video hanno 15 giorni di età, “anno 2020” accolga con apprensione Cosmo Daniel Elite Senesio suo compagno è papà dei cuccioli, che è felice di conoscerli. Come raccontato in precedenza, da alcuni anni le femmine rimangono all’interno della mia abitazione per un periodo di circa 30 giorni. Dopo tale periodo si rende necessario portarli nelle loro casette all’interno del parco dove vive il “Branco”. Restare 30 giorni all’interno della casa aiuta i piccoli a conoscere fin dal loro sviluppo uditivo e visivo: vari rumori e sollecitazioni che saranno utili al loro sviluppo cognitivo e sensoriale.

Curiosità-Studio Quando abitavo a Vische in provincia di Torino. Ogni qualvolta la “Lupa” partoriva un cucciolo, che subito dopo la nascita si metteva ad uggiolare, i due maschi adulti Iris appartenente al ruolo sociale: di Capo Branco e Cosmo Daniel Elite Ermes suo figlio ruolo sociale: guardiano colui che controlla e scaccia l’intruso, iniziavano un rituale che ha solleticato in me una grande curiosità.
Correvano in su ed in giù per i rispettivi recinti fissandosi negli occhi con atteggiamento molto minaccioso, ringhiando e abbaiando in modo concitato.

Penso che questo rituale serviva a definire ancora una volta chi avesse continuato ad essere il leader all’interno del “Branco”.
Sottolineo che per tutta la durata del parto, prima e dopo la nascita dei cuccioli, tolto questo episodio regnava un silenzio quasi irreale.

Nell’abitazione attuale di Saludecio in provincia di Rimini, le dinamiche sono in parte cambiate. Le sistemazioni degli esemplari sono diverse e quindi non possono più fronteggiarsi.
Stanno ognuno nei loro box tranquilli aspettando che anche l’ultimo “Lupetto” sia nato solo allora improvvisano, un melodioso ululato di benvenuto e ogni volta il mio corpo è attraversato da un brivido di immensa gioia e gratitudine nel poter vivere questi magici momenti lontani dalla realtà comune.

Assistere alla nascita dei cuccioli è un’emozione sempre nuova e gratificante che dura fino al momento dell’adozione dei cuccioli.

Quando le mamme alloggiavano nelle casette all’interno del parco: per le prime due settimane dopo il parto, periodo considerato più a rischio per il cucciolo, mi alzavo al mattino presto verso le 3 e poi nuovamente alle 8. Anche durante il giorno, vegliavo su di loro per assicurarmi che tutto andasse per il verso giusto. Effettuavo l’ultima visita alle 22 ora in cui gli davo la buonanotte assicurandomi che tutti madre e cuccioli fossero tranquilli.

Mi rendo conto che questo atteggiamento, oltre alla professionalità nasconde anche dell’apprensione, ma credo che sia essere un’ottima qualità il sapersi ancora emozionare di fronte ai propri cuccioli e a momenti belli legati al mistero della vita.

Quando da qualche anno le mamme hanno iniziato ad alloggiare in casa: ho potuto osservare, con precisione che i cuccioli succhiano il latte della loro mamma a orari ben precisi, non un minuto di più né uno di meno. Appena nascono cercano subito il latte che in quel periodo è ricco di colostro, una vera fonte di salute per il loro benessere, e praticamente non si staccano quasi mai dalla mammella.

Poi con il passare delle ore regolano la poppata, dallo stare sempre attaccati con una certa avidità legata al loro spirito di sopravvivenza, a quindici minuti da una poppata all’altra, poi con il passare dei giorni diventeranno trenta minuti, un’ora, due ore e così via fino a quando sarà la loro mamma a circa trenta giorni di età a decidere quando sia ora di allattarli iniziando così a regolare il loro ritmo e permettendo in questo modo anche di poterli svezzare con della carne macinata o delle crocchette per cuccioli.

Il latte invece, quando la “lupa” avrà smesso di produrlo intorno ai quarantacinque giorni di età del cucciolo, non dovrà più essere somministrato in modo artificiale, anche se è possibile in casi estremi somministrare ai cuccioli del latte di capra che è più nobile e digeribile, per aiutarli ad assimilare il nuovo cibo.

Fino al momento dello svezzamento, la mamma è una vera fonte inestimabile di latte per il sostentamento del piccolo.
Questo è un periodo molto importante per il cucciolo che deve stare a contatto con la madre che lo educherà al momento giusto per nutrirsi, al momento del sonno e al momento in cui deve giocare e condividere la sua esperienza con tutto il branco.

È sempre mamma “lupa” che mi indica con precisione, attraverso la sua comunicazione, quando sia giunto il momento di integrarlo nel “Branco” per iniziare la scuola di vita che solo un gruppo ben equilibrato può donargli e che gli rimarrà in modo indelebile per tutta la vita.
 
Nonostante i cuccioli siano alimentati a sufficienza, almeno 4 volte al giorno, la madre alcune volte rigurgiterà il suo stesso cibo come solitamente avviene in natura. Questo gesto è molto gradito, al punto che, il pasto viene considerato come qualcosa di davvero eccezionale.

È comunque importante, dopo il parto, fornire una corretta alimentazione anche alla lupa che deve consumare il cibo in diversi momenti della giornata. Inoltre, fornirle anche un’adeguata quantità di liquido per sostenere la sua produzione di latte.

Approssimativamente essa dovrebbe ricevere il 50% in più della solita razione nella prima settimana, il 100% in più nella seconda e almeno 3 volte tanto da questo momento in poi.

Una particolare curiosità è che tutte le mie femmine di Cane Lupo Cecoslovacco, nelle prime due settimane dopo il parto, gradiscono molto essere alimentate dalla mia mano. Probabilmente questo è riconducibile al legame affettivo instaurato tra l’uomo ed il lupo, accentuato dal fatto che la mia figura ha una particolare collocazione all’interno del “Branco”.

Il legame degli esemplari appartenenti al Cane Lupo Cecoslovacco con il lupo si può notare in tutti i comportamenti dei soggetti la cui selezione è stata coerente allo standard.

Il Cane Lupo Cecoslovacco come il suo antenato il Lupo, ha mantenuto una particolare riluttanza nei confronti di tutte le strutture artificiali, accentuata nei momenti che precedono e seguono le fasi importanti come la nascita dei cuccioli.
A tal proposito le mie femmine, subito dopo il periodo dello svezzamento sentono il bisogno di spostare la cucciolata in un’altra “tana”.

Cosmo Daniel Elite Fanny
Cucciolo Cosmo Daniel Elite Fanny di 45 giorni che guarda il territorio sottostante dalla tana scavata sotto la radice di una pianta di olivo, dalle femmine del “Branco”

Nel parlare del parto e dei suoi momenti caratteristici è molto importante non cadere nell’errore di generalizzare un fenomeno che invece è molto particolare e legato al carattere di ogni singolo esemplare.
Ho assistito a diversi parti e ogni volta per me è un’esperienza nuova ed emozionante.

Curiosità-Studio ogni femmina a un suo modo di partorire e un suo il livello di sopportare il dolore.
Ci sono “Lupe” che si lamentano durante tutto il parto anche se hanno pochi cuccioli, esattamente come ci sono esemplari che dopo il primo cucciolo non danno più segni di sofferenza.

Anche riguardo alle posture assunte nel momento “topico” si può notare una considerevole varietà.
Alcune partoriscono il primo cucciolo in piedi e i seguenti sdraiate sempre in una sola posizione e viceversa.
In altri casi vanno sempre avanti e indietro, sedendosi per ogni espulsione.

L’importante per un buon proprietario è assistere senza interferire, limitandosi a chiamare il veterinario nel caso si presentasse un problema.

Anche nel caso in cui ci fosse la necessità di effettuare un taglio cesareo, la situazione non diventa affatto preoccupante.

Superati i primi giorni, in cui la femmina rimane disorientata a causa dell’anestesia che le ha impedito di essere consapevole della nascita dei suoi cuccioli, specialmente se primipara, tenendola sotto controllo e dandole il nostro amorevole supporto, procede tutto per il meglio.

Qualunque sia il tipo di parto, per la prima settimana dalla nascita dei cuccioli, è mia abitudine lasciare tranquilla mamma e cuccioli. Una cosa molto significativa che ho notato è che trascorse appena due settimane dal parto, la femmina avverta il bisogno di allontanarsi dalla tana per brevi periodi, quindi viene liberata dalla costrizione del recinto, dandole la possibilità di correre in tutta libertà.
Lo scopo è quello di ridare tono alla muscolatura potendosi riprendere dallo stress subito.

Consiglio sempre, nel caso in cui non si potesse dare la possibilità alla lupa di correre e giocare per alcuni attimi senza avere i suoi cuccioli intorno, di darle comunque la possibilità di salire sopra la cuccia, oppure ricavare uno spazio idoneo ad ospitare solo la madre, dandogli modo di controllare ugualmente i cuccioli.

Personalmente ho ricavato un piccolo recinto dentro al recinto grande dove i cuccioli vengono ospitati fino alla loro adozione.
E’ un recinto alto un metro per dare la possibilità alla femmina di entrarci agevolmente con un balzo, delimitato da rete metallica per darle la possibilità di osservare i suoi cuccioli senza stare a contatto diretto con loro.

Questo particolare recinto o dare la possibilità di salire sopra la superfice piana di una cuccia, sono degli ottimi anti stress per la madre che ha necessità di stare anche un pò da sola a riposare tranquilla.

Lasciarla sempre con i cuccioli che continuando a crescere giocano e chiedono continue attenzioni oppure cercano di succhiare il latte anche se ormai sono svezzati e la mamma inizia a rifiutarsi di allattarli, sarebbe una grande fonte di stress per entrambi.
La madre sarebbe costretta a richiamarli spesso attraverso un sonoro ringhio e in questo modo il cucciolo acquisirebbe soltanto lo stress della mamma percependo che è normale ringhiare al minino gesto, invece che imparare a controllare l’esuberanza dettata dall’essere cucciolo.

Un ringhio di ammonimento dato solo esclusivamente nel momento giusto al cucciolo indisciplinato ha tutt’altro effetto ed è sinonimo di una corretta educazione e socializzazione.

Cosmo Daniel Elite Queena in casa con i suoi cuccioli
Cosmo Daniel Elite Queena con cuccioli di 5 giorni, in casa perfettamente rilassata.

Secondo la mia esperienza di convivenza per più di 20 anni con un numeroso “Branco” che è sempre in movimento mai statico, con cui condivido ogni attimo della mia vita, è fondamentale conoscere le caratteristiche che il Cane Lupo Cecoslovacco che ha ereditato dal suo antenato, il Lupo, per poterlo educare e gestire correttamente creando una migliore convivenza senza incorrere a spiacevoli incomprensioni.

Le antenate Lupe in natura: la gravidanza, come per il Cane Lupo Cecoslovacco, dura circa 63 giorni.
Le tane vengono allestite con largo anticipo e sono sempre collocate vicino all’acqua, forse per la grande necessità di liquidi della femmina durante l’allattamento.

Il parto dura diverse ore ed il cucciolo quando nasce è avvolto nel sacchetto amniotico, seguito dalla placenta, cui è connesso dal cordone ombelicale. La madre lacera con i denti la membrana amniotica, liberando il cucciolo dal sacco e recide il cordone lasciandone un moncone lungo un paio di centimetri.

Solitamente la placenta e tutti gli invogli vengono ingeriti dalla madre appena dopo il parto. Questo comportamento è strettamente legato a ragioni di tipo igienico. Per la stessa ragione anche eventuali feti non completi, o nati morti, vengono di solito mangiati.

Dopo pochi minuti dalla nascita il cucciolo, aiutato dalle vigorose leccate della madre, si avvia verso le mammelle e inizia a succhiare. Il peso medio di un cucciolo appena nato è di circa 540 gr.
I lupi nascono ciechi, sordi e ricoperti di foltissimo pelo lanoso di colore scuro. Rimarranno nella tana fino all’ottava decima settimana, anche se il rifugio potrebbe essere abbandonato per uno nuovo qualora la madre percepisse un pericolo.

Di solito la femmina che partorisce per la prima volta ha una cucciolata poco numerosa che può variare da 2 a 5 cuccioli. Nei parti successivi il numero può salire a 6 – 7 cuccioli. Sono stati comunque documentati casi limite in cui, in una tana, si trovassero 15 cuccioli. In questi casi, alcuni di loro sono purtroppo destinati a morire, in quanto la lupa solitamente non è nelle condizioni di allattarli tutti.

“Un Lupo non è un burattino di carne che segue ciecamente i dettami della sua eredità biologica, perlomeno non lo è più di quanto lo siano gli esseri umani.
Un lupo è adattabile, anche se non infinitamente adattabile (ma chi o che cosa lo è?).
Un lupo, non meno di un uomo, può giocare la sua carta che gli è stata data. E ciò che è più importante, voi potete aiutarlo a giocarla.
E a mano a mano che migliora nel gioco, il lupo diventa sempre più sicuro di sé. Gli piace quello che impara e vuole imparare di più.
Diventa più forte e, di conseguenza, più felice”.

(Mark Rowlands insegna filosofia all’Università di Miami autore e scrittore della Sua Storia Vera “Il Lupo e Il Filosofo”)

Se ritieni che questo articolo possa essere utile a qualcuno metti mi piace e condividi.
Lascia un commento qui sotto.
Grazie!

Ps: Scopri di più nei libri che ho pubblicato. Leggi un estratto.
https://www.ilcanelupocecoslovacco.it/shop-materiale-didattico/

Partecipa a uno dei corsi organizzati dal Centro Studio Cosmo Daniel Elite scegli quello più adatto a te.
https://www.ilcanelupocecoslovacco.it/corsi-di-formazione/

Nascita dei cuccioli allevamento Cane Lupo Cecoslovacco CDE

Nascita dei cuccioli allevamento Cane Lupo Cecoslovacco CDE

Tutto quello che devi sapere per un corretto accoppiamento, durata della gestazione nascita dei cuccioli, cura e imprinting. Le femmine di Cane Lupo Cecoslovacco sono delle ottime madri e anche durante il parto sanno essere molto attente e indipendenti, recidendo il cordone ombelicale e lacerando la placenta che racchiude il cucciolo


La durata della gestazione è dai 59 ai 63 giorni. Ho notato che le femmine di Cane Lupo Cecoslovacco sono molto puntuali nel parto e difficilmente partoriscono oltre il termine dei 63 giorni.

Rimangono molto attive fino al giorno prima del parto fino al momento in cui iniziano la preparazione in seguito alle contrazioni.

Senza modificare il loro abituale comportamento svolgono le loro attività fisiologiche come: correre, saltare anche se il pancione pesa e non si risparmiano neanche nel fare la guardia.
Dobbiamo essere noi a controllare e limitare queste attività che potrebbero nuocere ai nascituri.
Con l’avvicinarsi del parto le future mamme diventano molto coccolone e vogliono molte attenzioni sia da parte mia che da parte di tutto il “Branco-Famiglia”.

Mentre all’inizio della gestazione quando ancora la pancia non è evidente quindi generalmente, prima dei 35 giorni, tendono a tenere lontano le altre femmine, che accetteranno nuovamente di buon grado nel ruolo di “Tate”, solo dopo il parto, generalmente al superamento dei 30 giorni di età dei cuccioli.

Le femmine di Cane Lupo Cecoslovacco sono delle ottime madri e anche durante il parto sanno essere molto attente e indipendenti, recidendo il cordone ombelicale e lacerando la placenta che racchiude il cucciolo, con molta delicatezza.
Il cucciolo appena libero dalla placenta, viene energicamente leccato, preso in bocca, e con una leggera pressione fatto piangere, solo allora soddisfatta la madre lo conduce con dolcezza alle mammelle per aiutarlo a succhiare.

I piccoli in genere sono molto vitali e non hanno bisogno di aiuto per imparare a succhiare il latte, che nelle prime ore dopo il parto è ricco di colostro importante per le difese immunitarie.
Le cucciolate possono comprendere dai 5 ai 10 cuccioli, mentre per le primipare il numero varia da 2 a 4 unità il peso dei cuccioli si aggira sui 450 grammi.

Le mie femmine di Cane Lupo Cecoslovacco prossime al parto, partoriscono in mezzo agli altri membri del branco, in un recinto separato, e non in un ambiente a parte come potrebbe essere, per esempio, quello domestico.

Hanno un locale ricavato in una casetta il cui perimetro interno è di 3 metri x 4 metri per 2 metri di altezza, confortevole e una cuccia adattata per l’evento provvista di materiale isolante molto facile da ripulire e caratterizzato dalla presenza di sbarra anti schiacciamento per i cuccioli e lampada riscaldante, che utilizzo specialmente, durante i primi 15 giorni, in quanto in quel periodo i cuccioli non sono in grado di regolare la temperatura corporea.

Hanno anche uno spazio molto ampio all’esterno dove i piccoli crescendo possono iniziare le prime esplorazioni in tutta sicurezza, rimanendo comunque sempre all’interno del “Branco”, aspetto fondamentale per mantenere l’equilibrio degli esemplari.

I cuccioli si scaldano rifugiandosi nel pelo tra le mammelle calde rigonfie di latte della madre, ma quando la mamma per esigenze fisiologiche è costretta ad uscire dalla cuccia, la lampada diventa uno strumento indispensabile.

Sulla porta della cuccia viene messo un nylon doppio trasparente: questo permette di mantenere l’isolamento termico adeguato dando anche modo alla femmina di ricavarne luce durante il giorno, e poter inoltre vedere cosa accade al di fuori di essa.

Cosmo Daniel Elite Kenia a 8 giorni prima del parto esplora il territorio in compagnia di Cosmo Daniel Elite Evaristo.

Osserva come nonostante l’evidente pancia, continui a muoversi con sicurezza e agevolmente come sempre, marcando il territorio più volte per comunicare al “Branco” il suo passaggio, la sua particolare situazione prossima al parto e anche che il suo stato di salute è ottimo.

Kenia ed Evaristo al momento della realizzazione del video “anno 2015” ricoprivano l’importante ruolo di Capo Branco.

Osserva Cosmo Daniel Elite Maya che si trova all’interno della tana (scavata con l’aiuto delle altre femmine), che si riposa soddisfatta al suo interno insieme alla sua cucciola Amalia “anno 2018” che è rimasta a fare parte integrante del branco-famiglia Cosmo Daniel Elite.

La tana che è una vera e propria opera d’arte è stata scavata sotto una pianta di olivo selezionata dalle femmine per la sua posizione strategica: difficilmente raggiungibile e protetta, il cui ingresso è delimitato dalle robuste radici dell’olivo ed è profonda 4 metri.

Curiosità – Studio dalla lettura del libro che ho scritto nel 2012 “Il Cane Lupo Cecoslovacco – Storia di una meravigliosa simbiosi con il lupo da comprendere e amare”  racconto come anche Ajsha la mia prima femmina di Cane Lupo Cecoslovacco, ha scavato e partorito sotto la cuccia dentro alla tana che si è pazientemente scavata durante la notte. Quindi non è un caso sporadico che potrebbe succedere essendo così prossimo al suo antenato “Lupo” è una caratteristica genetica che ha mantenuto inalterata (molto affascinante e istruttiva)

Cosmo Daniel Elite Queena & Cosmo Daniel Elite Maya

Cosmo Daniel Elite Maya e Cosmo Daniel Elite Queena insieme ai loro cuccioli “anno 2020”

Come ho descritto, in precedenza, le femmine partoriscono in un locale idoneo senza spostarsi dal loro “Branco” sempre che, il parto proceda in modo naturale senza inconvenienti.
Infatti è successo che Ajsha la mia prima femmina (da cui è iniziato il mio fantastico viaggio nel mondo del Cane Lupo Cecoslovacco), in seguito a un parto cesareo è stata alloggiata nel salone di casa, dove veniva tenuta sotto stretta osservazione da parte di tutti i componenti della mia famiglia.

Non è stato facile gestire la situazione. Ajsha è un esemplare nato nel 1998 per questo essendo più vicina all’ibridazione iniziata nel 1952, tra il Cane Pastore Tedesco e il Lupo dei Carpazi da cui sono stati creati questi meravigliosi esemplari, ha mantenuto intatte le peculiarità dell’antenato, il Lupo.
Quindi evidenziava un carattere: forte, determinato ma equilibrato nonostante la sua testardaggine di volere fare sempre e solo a modo suo.

In quegli anni si poteva osservare esemplari con caratteristiche dell’antenato Lupo ma anche alcuni esemplari con peculiarità prese dal cugino, Cane Pastore Tedesco.

Ajsha senza ombra di dubbio aveva preso quelle del Lupo in abbondanza e si ostinava a volere fare e decidere ogni cosa a modo suo. Appena ripresa dall’anestesia e dall’intervento, bastava una nostra distrazione per indurla a portare tutti i suoi 5 cuccioli sul divano, dove cercava di scavare al suo interno una comoda tana.
Per quanto mi riguarda poteva anche stare sul divano, ma era molto rischioso per i piccoli che potevano venire schiacciati dal suo peso, in quanto il divano ha uno spazio limitato e affonda sotto il peso.

Da lei ho imparato davvero molto, essendo come indole più “lupa” che “cane”.
Quando ha partorito per la prima volta 2 bellissime cucciole, di nome Cosmo Daniel Elite Clio e Cosmo Daniel Elite Chiara, una di colore grigio lupo e l’altra grigio argento ha deciso che il posto migliore sarebbe stato quello di scavare una profonda tana sotto la cuccia.

In quel periodo abitavamo a Vische in provincia di Torino e il “Branco” che iniziava a prendere forma, alloggiava in recinti molto ampi di 100 mq., con cucce in legno adagiate su dei pilastri di cemento per tenerle sollevate e isolate dal terreno.
Quindi per Ajsha risultò molto semplice e molto allettante scavare una tana sotto di essa durante la notte essendo prossima al parto, anche se veniva controllata regolarmente.

Come le sue antenate “Lupe” lei era in grado di gestire molto bene il corpo, infatti, nonostante quella sera a me sembrasse tutto normale, controllando anche la sua temperatura e annotando tutti i rilevamenti, al mattino quando mi alzai, lei aveva già partorito due bellissime cucciole scavando una profonda buca sotto la cuccia.

Andai nel panico. Sentivo quegli esserini all’interno della tana e mi tranquillizzai solo per il fatto che gli occhi di Ajsha trasmettevano tranquillità, ma non potevo accedere alla tana per prendere i cuccioli e non sapevo neanche quanti ne erano nati.

Mi dovetti rassegnare pregando che stessero bene aspettando l’aiuto di mio marito Giorgio che rincasò prima dal lavoro e con l’aiuto di un attrezzo riuscì a sollevare la cuccia in modo da poter prendere i piccoli e invitando Ajsha ad uscire.

Il giorno seguente con ostinazione Ajsha si apprestava a scavare un’altra tana.
Per fortuna tutti i suoi tentativi furono scoperti in tempo e dopo una settimana, non ci provò più.

Secondo i nostri canoni, sembra importante offrire un ambiente molto confortevole, ma non lo sarebbe per gli esemplari di Cane Lupo Cecoslovacco così vicini per indole al loro antenato il “Lupo” e preferiscono di gran lunga scavarsi la tana magari sotto la propria cuccia poche ore prima del parto.

Ho notato che le mie femmine sono molto più tranquille e rilassate vicino al proprio “Branco” e in caso di un loro allontanamento verrebbero chiamate di continuo da tutto il gruppo con melodiosi e ravvicinati ululati.

Negli ultimi anni ho modificato in modo differente la sistemazione delle mamme in attesa della nascita dei cuccioli, (almeno per quanto riguarda la loro crescita fino ai trenta giorni di età), dal parco in cui vivono all’interno della mia abitazione per studiare quanto spirito di adattamento possano sopportare, soprattutto in momenti particolari come questi.
Il risultato direi che è stato ottimo.

Ho iniziato a pensare di adottare questo cambiamento dopo la disavventura, per me molto tragica, di Cosmo Daniel Elite Sofì e dei suoi poveri cuccioli, (come racconto nel capitolo a lei dedicato), in quanto nonostante l’episodio accaduto fosse stato davvero traumatico per tutto il nostro “Branco-Famiglia” tornando alla normalità con molta fatica.
Ho voluto guardare al lato positivo per non rimanere legata a un evento che porterò sempre nel cuore, ma dal quale ho anche avuto la possibilità di imparare molto.

Ovviamente me ne sono resa conto solo quando il dolore che ancora affiora nel ricordo, si è sopito almeno in parte.
In quel periodo ho potuto notare e osservare momenti davvero straordinari che sono raccontati nel dettaglio all’interno del libro scritto nel 2020 “La Magia del Cane Lupo Cecoslovacco – Alla scoperta dei ruoli sociali all’interno del branco appresi dal suo antenato, il Lupo”

Come per esempio che un vero Capo Branco si prende davvero molta cura di tutti gli esemplari presenti al suo interno nonostante debba affrontare dei disagi ma il tutto avviene con molto rispetto e sensibilità nei confronti dell’animale in questione che in questo caso era Sofì.

Che i cuccioli mangiano a orari bene definiti e fissi.
Che nonostante siano stati allevati da un’altra madre riconoscono comunque la loro vera madre. E molto altro.
Con questi esemplari all’interno di un branco numeroso si imparano sempre cose nuove, interessanti e soprattutto utili.

Cosmo Daniel Elite Queena

Cosmo Daniel Elite Kenia con i suoi 4 cuccioli i più grandi e i 4 cuccioli più piccoli di Cosmo Daniel Elite Sofì che si trovava in clinica a causa della negligenza del medico veterinario dell’epoca anno 2016

Devo dire che lo spirito d’adattamento al cambiamento da parte delle mie “lupe” è stato a dire poco straordinario e illuminante, da cui ho potuto imparare molto. Sono anche molto orgogliosa perché tutti gli esemplari mi hanno sempre dimostrato rispetto e hanno fatto di tutto per sopportare qualche pressione di disagio che ho adottato nei loro confronti per studiare meglio il comportamento in casi studio diversi.

“Un guerriero della luce non ha “certezze”,
ma un cammino da seguire,
al quale cerca di adattarsi in base al tempo.”
(Paulo Coelho)
———————————————————————————

Noi dovremmo chiederci molto più spesso se, in quanto
umani, saremmo disposti come i nostri animali ad affrontare
cambiamenti che possono diventare dei disagi. Credo
che questo basti a farci riflettere e magari a comprendere
meglio i nostri amici a quattro zampe e fare un passo indietro
riuscendo a comprenderli meglio.
(Daniela Ciotti)

Se ritieni che questo articolo possa essere utile a qualcuno metti mi piace e condividi.
Lascia un commento qui sotto.
Grazie!

Ps: Scopri di più nei libri che ho pubblicato. Leggi un estratto.
https://www.ilcanelupocecoslovacco.it/shop-materiale-didattico/

Partecipa a uno dei corsi organizzati dal Centro Studio Cosmo Daniel Elite scegli quello più adatto a te.
https://www.ilcanelupocecoslovacco.it/corsi-di-formazione/

Calore & accoppiamento del Cane Lupo Cecoslovacco

Calore & accoppiamento del Cane Lupo Cecoslovacco


La bella stagione porta sempre nuova energia e vitalità che contribuiscono a rallegrare la nostra vita.
Proprio così con l’arrivo dell’estate, sia l’essere umano che gli animali, sentono il bisogno: di innamorarsi, di scambiarsi tenerezze, di giocare, di ritornare alla spensieratezza di quando si era bambini o riguardo gli animali a quando erano dei cuccioli.

Per gli esemplari di sesso femminile è il periodo dei calori, che porta alla voglia di riprodursi. Questo modo del tutto naturale e fisiologico porta tutti gli animali a sentirsi più forti con rinnovata vitalità all’interno del Branco.
Periodo perfettamente in simbiosi all’interno del mio gruppo di Cane Lupo Cecoslovacco, che si prepara, alzando il proprio livello energetico: all’accoppiamento, al concepimento, alla gestazione e nascita dei cuccioli.

Il periodo dei calori è sempre molto delicato e complesso da gestire all’interno di un “Branco” come il mio, composto da 11 esemplari. E’ il momento dell’anno più concitato che porta maggiore all’erta e protezione da parte di tutti i componenti verso tutto quello che per loro risulta essere fonte di pericolo.

Permettimi di dire che sono molto orgogliosa e soddisfatta del “Branco” di Cane Lupo Cecoslovacco che ho creato.
Riesco a gestire molto bene la situazione tra le femmine, infatti, in questo delicato momento sembra che l’equilibrio instaurato durante tutto l’arco dell’anno perda drasticamente il suo significato, ma se si osserva con più attenzione dalla prospettiva del loro ragionamento, tutto ha un senso ognuno di loro svolge un ruolo sociale ben preciso.
Infatti dopo l’accoppiamento, la gestazione e nascita dei cuccioli, piano piano tutto torna alla normalità. Si ristabilisce l’equilibrio perfetto tra ogni esemplare, che come per magia tutti insieme uniti da una forte propensione al bene della famiglia si aiutano all’educazione e protezione della prole.

Osserva come: Cosmo Daniel Elite Kenia mamma dei cuccioli, Cosmo Daniel Elite Indusia la nonna che ricopre il ruolo sociale di “Capo Branco” e Cosmo Daniel Elite Sofì la zia, ruolo sociale protettore colui che protegge e riequilibra, che di comune accordo proteggono i piccoli che nel video hanno 50 giorni di età. Per i cuccioli, l’interagire con tre femmine di età e carattere diverso è una preziosa fonte di apprendimento che possono acquisire in modo diverso da ognuna di loro: come devono comportarsi all’interno di un “Branco” ma anche al di fuori di esso quanto entreranno a fare parte del loro nuovo “Branco- Famiglia” incontrando esemplari di razza e sesso diverso. Come puoi notare Kenia nonostante permetta alle altre due “Lupe” di interagire con i suoi cuccioli, è sempre attenta e vigile alle loro interazioni, con più attenzione nei riguardi di sua sorella Sofì che è più giovane. Questo modo di aiutarsi all’interno del “Branco” nella crescita dei cuccioli da anche modo alla mamma dei piccoli di riposarsi e rinnovare il suo livello energetico”.

“Negli animali sociali la capacità di comprendere anche i
più lievi movimenti espressivi è così enormemente
sviluppata proprio perché essi non comprendono la
parola, proprio perché non sono in grado di parlare.”
(Konrad Lorenz)

L’ACCOPPIAMENTO
Le femmine di Cane Lupo Cecoslovacco vanno in calore una volta all’anno. Il primo calore si manifesta generalmente a circa 12 mesi di età, mentre il successivo verso i 24 mesi, ma possono capitare anche dei casi particolari in cui il primo calore si presenti a 15 mesi o 24 mesi. In questa razza è abbastanza comune.
Altre volte si possono verificare calori due volte all’anno, (ogni 6 mesi) e ritengo che se si ha l’intenzione di fare l’accoppiamento è buona regola fare nascere i cuccioli una sola volta all’anno, saltando un calore, questo permette alla mamma di riprendersi completamente dal precedente parto, sempre che ne abbia avuto uno.
Effettuare un’accoppiamento ogni 6 mesi sarebbe troppo debilitante per qualsiasi tipo di cane.
Meglio evitare per il suo bene.
Accorgimento che ho usato anche molti anni fa precisamente negli anni 1980, con il Pastore Maremmano Abruzzese.

Altra regola molto importante è fare accoppiare le femmine al secondo calore, specialmente per quanto riguarda le femmine di Cane Lupo Cecoslovacco che, a livello fisico sono definite mature e pronte per una eventuale maternità all’età di due anni.
Mentre è assolutamente sconsigliato farla accoppiare dopo i sette anni di età soprattutto se non ha mai partorito prima di quell’età.
In entrambi i casi sia che abbia partorito oppure no è auspicabile rinunciare ad un eventuale accoppiamento che metterebbe a grande rischio la vita della mamma ma anche della prole, provocando oltre che gravi danni fisici anche psicologici.

Attenzione! Non tutte le femmine sono idonee con propensione alla maternità per vari motivi proprio come l’essere umano e quindi queste femmine possono fare una buona vita all’interno del branco-famiglia anche senza doverle accoppiare a tutti i costi solo per il fatto di essere femmine.
Infatti conoscendo bene le proprie femmine si può valutare molto attentamente se è idonea oppure no. Tenendola tranquillamente all’interno del gruppo dove può svolgere un ruolo di aiuto come zia dei futuri cuccioli.
Come per esempio Cosmo Daniel Elite Namid e Cosmo Daniel Elite Amalia che pur essendo in gran forma ho deciso di lasciare estranee al parto ma dove ognuna di essa ha svolto comunque  un ruolo fondamentale all’interno del gruppo riguardo l’educazione dei cuccioli nati dalle altre femmine più idonee a livello caratteriale con maggiore propensione alla mansione di mamme.

IL CALORE
generalmente dura circa una ventina di giorni e l’accoppiamento di norma si verifica tra il tredicesimo ed il sedicesimo giorno.
È comunque consigliato un controllo preventivo dal medico veterinario di fiducia che con un appropriato esame del sangue sarà in grado di valutare il livello del progesterone e saprà con certezza indicarci il momento giusto per l’accoppiamento.
Questo metodo è molto utile soprattutto se si devono percorrere parecchi chilometri per raggiungere il maschio idoneo all’ accoppiamento senza correre il rischio che non vada a buon fine. Se invece si ha il maschio in casa il problema non esiste. Generalmente il maschio sa molto bene quando la sua femmina è pronta a concepire accettando di accoppiarsi.

La femmina, quando è pronta ad accettare il suo partner, sposta la coda da un lato permettendo l’accoppiamento.
Il maschio, la cui maturità caratteriale e morfologica viene raggiunta al terzo anno di età, ma la cui fecondità inizia in età giovanile, (meglio sarebbe aspettare almeno i due anni di età del maschio) sa molto bene quando sia il periodo adatto ad un accoppiamento e solo in quel caso inizierà il rituale amoroso vero e proprio da parte di entrambi.
In caso contrario infatti, non degnerebbe di uno sguardo la sua partner, anche se come già successo, la femmina si dimostrasse molto disponibile tanto da saltare a volte sulla schiena del maschio come a volersi proporre.
L’accoppiamento avviene con una serie di rituali legati al gioco, moine molto insistenti ma delicate, al quale seguono accurate ispezioni olfattive che portano al corteggiamento, dopodiché l’atto si verifica.

Come per tutte le razze canine, i due esemplari rimangono attaccati fino a 30 minuti. Il maschio effettuerà una rotazione, restando attaccato alla femmina con i posteriori l’uno contro l’altro.
Generalmente i due partner rimangono tranquilli e la femmina spesso si lecca i genitali stando sempre in piedi, ma alcune volte capita che la “Lupa” sia impaziente di staccarsi dal maschio, agitandosi e mordendogli i garretti. In tal caso è importante tenerla ferma il più possibile, con carezze che l’aiutino a stare calma. Sono molto rari i casi in cui si rende necessario indossare la museruola alla femmina per evitare danni al maschio prescelto.

Osserva il momento in cui prima di accoppiarsi Cosmo Daniel Elite Kenia e Cosmo Daniel Elite Evaristo iniziano dei rituali ben specifici legati a coccole miste a gioco. Solo in seguito se la femmina accetterà il maschio seguirà l’accoppiamento che volutamente ho evitato di riprendere. Credo si sappia molto bene come avviene. Invece è interessante osservare il momento che segue l’accoppiamento, momento in cui come si può notare i due esemplari rimangono uniti fino ai 30 minuti. Ho notato che in genere quando si staccano prima dei 25 – 30 minuti esempio a 5 – 10 minuti difficilmente la femmina rimane fecondata.

Curiosità – Studio.
Ecco che si può affermare che il Cane Lupo Cecoslovacco abbia mantenuto le caratteristiche del suo antenato il Lupo:
Numerosi scienziati, etologi ed ecologi per citarne solo alcuni “Pierre Jouventin, invitato al seminario organizzato ad aprile del 2014 a Saludecio oppure Barry Lopez, Farley Mowat e Ian Mc Allister”. Questi scienziati, etologi, biologi e ricercatori, hanno avuto la meravigliosa possibilità di studiare i Lupi nel loro ambiente naturale e ognuno di loro conferma che:

Nei Lupi in natura: la coppia, formata da due soggetti leader, si accoppia una volta all’anno, durante la copulazione esiste un legame fisico che può durare fino da trenta minuti dando luogo ad una profonda intimità che secondo alcuni studiosi rinsalda i vincoli monogami della coppia appartenente al ruolo sociale più alto di Capo Branco.
Il periodo del calore solitamente si verifica alla fine dell’inverno, nei mesi di febbraio o marzo.
La femmina si riproduce dal secondo anno.
I maschi, anche se già fecondi a questa età, non si accoppiano fino al quarto o quinto anno di vita.

Nel Cane Lupo Cecoslovacco: la femmina di Nel Cane Lupo Cecoslovacco, come raccontato in precedenza, va in calore una volta all’anno, come la sua antenata Lupa (il cane invece generalmente va in calore ogni 6 mesi), sempre come i suoi antenati Lupi durante l’accoppiamento possono rimanere legati fino a 30 minuti. Riguardo la monogamia siamo noi umani a voler cambiare la coppia per una diversa selezione che riteniamo più idonea, ma se dipendesse dai nostri amici Cane Lupo Cecoslovacco difficilmente cambierebbero la loro compagna.
A conferma, il loro disappunto è sempre arrivato puntuale nel momento in cui ho pensato di separare coppie già consolidate da anni all’interno del “Branco”, per presentare al loro cospetto, a seconda dei casi esemplari sconosciuti.
La femmina è ritenuta adulta a due anni periodo idoneo all’accoppiamento, mai prima.
Il maschio è ritenuto adulto a tre anni, il periodo idoneo è consigliato dai due anni in poi, ma prima.

Nei lupi in natura: la femmina che ricopre il ruolo sociale di Capo Branco, impedisce alle altre femmine di accoppiarsi con determinazione per tutta la durata del calore. In questo periodo nel Branco si percepisce un livello energetico legato alla tensione, molto alto.

Nel Cane Lupo Cecoslovacco: In un gruppo al cui interno ci sono più femmine, come nel mio caso dove ce ne sono sempre state molte, quando una “lupa” inizia il calore, che si palesa con una perdita di sangue, tutte le altre la seguono andando anch’esse in calore. Lo studio affasciante della questione legata al calore è che abbiamo potuto constatare, dati alla mano con la clinica veterinaria a cui sono appoggiata, che alcune “lupe” di ruolo sociale alto, come Cosmo Daniel Elite Kenia, possono inibire, quindi interrompere, il calore di una “lupa” con ruolo sociale più basso, ma anche tenerlo fermo a un livello e farlo alzare fino al periodo dell’ovulazione, momento idoneo per l’accoppiamento, fino a che la femmina di ruolo sociale alto non si è accoppiata per prima.

Nei Lupi in Natura: Il potere della femmina con ruolo di Capo Branco che è in calore, è di capitale importanza per le sorti del Branco, in quanto l’influenza verso i membri che ne fanno parte è assai elevata. Solo a lei spetta la decisione di tenere l’ordine con l’approvazione del gruppo che difficilmente disapproverebbe.
La struttura sociale richiede un grado di interazione elevatissimo, che permetta di assicurare al Branco l’espletamento di tutte le funzioni necessarie alla sopravvivenza. (La disciplina del Branco è rigida, ma non spietata). Tra queste spiccano per importanza: la caccia, il mantenimento dei territori e dei ruoli sociali, oltre all’ insegnamento ai giovani delle mansioni che dovranno svolgere da adulti.

Nel Cane Lupo Cecoslovacco: anche in questo caso le femmine all’interno del “Branco” una volta che si sono accoppiate ricevono molto più rispetto da tutti gli esemplari e se decidessero di scacciare qualcuno verrebbero assecondate.
Il “Branco” è sicuramente strutturato in modo molto differente da una reale situazione rispetto a quello dei Lupi in natura.
La similitudine è rimasta molto evidente con il suo antenato, il Lupo è quando saranno nati i cuccioli tutti si adopereranno in maniera unica e individuale a seconda del loro ruolo ricoperto: alla crescita, all’alimentazione (rigurgitando anche il cibo), insegnando ai cuccioli il territorio, (che nella mia proprietà è di 9 mila metri quadrati) con possibilità di nascondigli anche fatti all’occorrenza dagli esemplari adulti che scavano delle tane invitando i cuccioli ad entrarvi in caso di pericolo che può essere identificato da un rumore improvviso sconosciuto oppure l’arrivo di un estraneo, il famoso “intruso”, e i cuccioli fin dalla più tenera età sono in grado di riconoscere e rispettare il ruolo sociale appartenente ad ogni componente del gruppo famigliare.

“Straordinario notare come Cosmo Daniel Elite Denik 6 anni, Cosmo Daniel Elite Kenia 3 anni, Cosmo Daniel Elite Eso 6 anni e Cosmo Daniel Elite Sofì 2 anni, osservano Giorgio, che apre un sacchetto contenente della carne, che avendo annusato l’odore li rende felici ostentando una certa impazienza nel gustare tale prelibatezza e ciò nonostante mantengono il rispetto tra di loro e verso Giorgio. L’intento di questo video è fare vedere come nel piccolo “Branco” ci sia rispetto, anche in un momento molto attraente e appetitoso, mentre gli vengono tirati intenzionalmente (per esperimento utile a studiare il loro comportamento), dei pezzetti di carne fresca.
Da notare l’atteggiamento caratteristico del Lupo, che adottano ad ogni arrivo di un pezzo di carne e soprattutto alla loro unione che non li mette in conflitto ma li unisce.
Molto interessante è anche notare come: sia Denik che Eso di sesso maschile, in alcuni momenti, prendano con rispetto, invitati da Giorgio, il succulento pezzo di carne, dalle sue mani”.

“Noi vediamo attraverso i momenti ed è per questa ragione che il momento ci sfugge.
Un lupo vede il momento, ma non può vederci attraverso.
La freccia del tempo gli sfugge.
E’ questa la differenza tra gli uomini ed i lupi.
Noi ci rapportiamo al tempo in maniera diversa .
Siamo creature temporali in un modo che ne i lupi ne i cani lo sono”.
(Mark Rowlands “Il Lupo ed il Filosofo
)

Se ritieni che questo articolo possa essere utile a qualcuno metti mi piace e condividi.
Lascia un commento qui sotto.
Grazie!

Ps: Scopri di più nei libri che ho pubblicato. Leggi un estratto.
https://www.ilcanelupocecoslovacco.it/shop-materiale-didattico/

Partecipa a uno dei corsi organizzati dal Centro Studio Cosmo Daniel Elite scegli quello più adatto a te.
https://www.ilcanelupocecoslovacco.it/corsi-di-formazione/

Open chat
Come posso aiutarti?
Ciao, come posso aiutarti?