Paolo Bassanese, Libero Professionista. Padova

Ciao Daniela. Difficile tornare ad un’intensa settimana lavorativa dopo lo splendido week end passato con voi a Saludecio.
Volevo raccogliere l’invito a scrivere qualcosa sul seminario e su quanto ho vissuto. Ma proprio poche righe.
Conoscere Pierre Jouventan, dopo aver letto il libro alcuni mesi fa, ha confermato l’ottima sensazione ricevuta in quelle pagine. La competenza e la preparazione dello scienziato, unita al cuore di una persona che ha vissuto un’esperienza forse unica con Kamala.
Ritrovare te e la tua famiglia, nelle sue componenti umana e lupesca, ha rafforzato la convinzione della particolarità del tuo modo di essere persona, oltre che allevatrice e divulgatrice dello splendido mondo del Lupo Cecoslovacco. E questo pensiero l’ho raccolto anche da altri partecipanti al seminario che ho conosciuto nel week end.
Le aspettative sono state in parte soddisfatte, nel senso che il tempo non è mai abbastanza e non si smetterebbe mai di ascoltare ed osservare. Avremmo voluto continuare a guardare altri video e rimanere a vedere liberi anche tutti gli altri lupi.
Al di là quindi degli importanti argomenti scientifici, e delle riflessioni introdotti da Pierre,
al di là delle sempre preziose informazioni ed esperienze ricevute da te per la convivenza con i Lupi Cecoslovacchi, ciò che davvero rimane di questi due giorni è l’amore di entrambi per il Lupo e per ciò che rappresenta nel reale e nel nostro immaginario, per scivolare verso il confine del sogno e della magia.
Resta l’immagine di Maya e Manlio seduti insieme nell’erba al tramonto, e l’ululato del branco che risuona ancora nella mente. Grazie davvero a tutti e alla prossima.